La città di Cesena

Cesena, città centrale nei territori della signoria dei Malatesta, si propone come importante meta d’arte.
Fra i suoi tesori, la Biblioteca Malatestiana: prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni sua parte. Unica e affascinante, dove dal 1452 nulla è cambiato, è stata inserita dall’Unesco nel registro della Memoria del Mondo. Costruita per volontà del Signore di Cesena Malatesta Novello su progetto di Matteo Nuti (1447-1452), colpisce il visitatore fin dallo splendido portale in noce che conduce all’interno basilicale a tre navate. Le undici campate accolgono i 58 plutei deputati alla conservazione dei 340 codici di gran pregio, ornati da finissime miniature.
rocca-malatestiana 2Cesena deve alla famiglia dei Malatesti anche la sua Rocca, una delle più imponenti della Romagna, con la ‘corte’ e due torrioni centrali, il ‘maschio’ e la ‘femmina’ che ospita il Museo di Storia dell’Agricoltura. Da percorrere i suoi misteriosi camminamenti: uno sguardo che abbraccia l’intera Romagna.
Alta sul Colle Spaziano, sorge la millenaria Abbazia di Santa Maria del Monte, celebre soprattutto per la collezione di ex-voto (tavole votive per grazia ricevuta risalenti anche a oltre cinque secoli fa) tra le più ricche d’Europa, per l’imponente cupola dipinta da Giuseppe Milani e per il Laboratorio del restauro del libro antico ancor’oggi in funzione. Una visita a Cesena non può prescindere da una passeggiata lungo le vivaci vie del centro storico, da Piazza del Popolo (con Fontana Masini, Palazzo Municipale, Loggetta Veneziana e Torrione del Nuti) a Palazzo del Ridotto (dominato dalla statua bronzea di Pio VI), dalla Cattedrale di S. Giovanni Battista (con la Cappella della Madonna del Popolo) al Teatro “Alessandro Bonci”, vero gioiello neoclassico. Infine il giardino pubblico che ospita il museo di arredo urbano in ghisa della nota azienda Neri.
L’offerta culturale si completa con il museo di Scienze Naturali, la Pinacoteca comunale, il museo Archeologico e quello della Centuriazione a S. Giorgio, con la documentazione del reticolato geometrico in cui era divisa la campagna cesenate in epoca romana.
Un cenno doveroso a Villa Silvia di Lizzano, frazione a pochi chilometri da Cesena. La villa, di fondazione settecentesca, diventò una proprietà della famiglia Pasolini Zanelli dal 1806. Questi ne fecero un vero salotto culturale frequentato anche dal poeta Giosuè Carducci (intatta e visitabile ancora la sua stanza da letto). Ora sede di Musicalia, l’originale museo di antichi organetti dell’AMMI (associazione italiana musica meccanica).
Scarica qui la mappa della Città di Cesena.

Per Informazioni
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica (I.A.T.)
Piazza del Popolo, 15 – 47521 Cesena (FC) Italia
Tel. +39 0547 356327 Fax +39 0547 356393
Sito web: www.comune.cesena.fc.it  –  E-mail: iat@comune.cesena.fc.it

E’ possibile scaricare la brochure Una certa Romagna, presentazione dei 13 comuni del territorio che dalle rive del mare Adriatico si estendono fino ai 1.400 metri di altitudine del monte Fumaiolo.
La Città di Cesena propone alcune offerte di soggiorno; clicca qui per scoprire i pacchetti.